Un passeggero sta aspettando il treno

Trasporti pubblici: la capacità attualmente è limitata al 50 %

Misure anti-COVID-19 ora ancora più rigide

3 novembre 2020

La crescita dei contagi da COVID-19 in Alto Adige ha reso necessario un immediato intervento della Giunta provinciale con nuove misure ancora più rigide. Questo vale anche per i servizi del trasporto pubblico: A partire da mercoledì, 4 novembre, può essere utilizzato solo il 50 % dei posti e degli spazi autorizzati.

Il tasso di infezione attualmente molto elevato ha di nuovo reso necessarie delle restrizioni immediate, tra cui la chiusura di molte strutture e locali, il divieto di eventi di qualsiasi tipo, unito ad un appello urgente ai cittadini di mantenere il distanziamento sociale e di rispettare tutte le direttive igieniche.

Nei trasporti pubblici, da mercoledì 4 novembre fino a presumibilmente domenica 22 novembre, è possibile utilizzare solo il 50% dei posti disponibili su treni e autobus. Contrariamente alla scorsa primavera, i servizi di autobus e treni – almeno per il momento - rimangono invariati. Fanno eccezione i servizi nightliner, che sono stati sospesi fino a nuovo avviso. Si ricorda che per ogni viaggio in autobus e in treno è necessario un biglietto valido e convalidato.

La Giunta provinciale nuovamente fa l’appello a tutti i cittadini affinché si comportino in modo responsabile. Ciò significa che i passeggeri di autobus e treni devono indossare costantemente la protezione per la bocca e il naso, mantenere le distanze di sicurezza e utilizzare i mezzi pubblici solo per i viaggi assolutamente necessari, come ad esempio per recarsi al lavoro o a scuola.